top-gallery-6.jpg
You are here: Home

 

 

Venerdì 23 gennaio ore 21 presso il Circolo Stranamore

Maria Anna Bertolino presenta il libro:

EPPUR SI VIVE.

NUOVE PRATICHE DEL VIVERE E DELL’ABITARE NELLE ALPI OCCIDENTALI

 

Il volume offre un'analisi antropologica della rivitalizzazione socio-demografica del versante occidentale delle Alpi piemontesi. Lo sfondo teorico sul quale si innesta è rappresentato dalle recenti riflessioni sul ruolo degli spazi marginali e dal rinnovato interesse per il paesaggio rurale, a cui si accompagnano migrazioni verso le terre alte: queste ultime sono la diretta conseguenza di una nuova attitudine culturale nei confronti della crisi di un modello urbano che prende il nome di neoruralismo. L'inversione di tendenza demografica in questa porzione alpina sta assumendo una connotazione inaspettata; i diversi tipi di migrazione sottolineano un cambiamento e una varietà nella composizione della popolazione, aprendo al ripensamento teorico dei concetti di identità e di comunità. A tal proposito l'indagine etnografica, condotta in maniera comparativa, ha avuto come scopo la conoscenza del patrimonio architettonico vernacolare e delle modalità di recupero, tutela e valorizzazione nonché la comprensione della ricomposizione comunitaria con l'arrivo di neomontanari e delle strategie attuate dai diversi soggetti nella riproduzione e reinvenzione di una "tradizione alpina".

 

 

Seguirà uno spettacolo musicale a cura del gruppo La Quattre Via.

 

Maria Anna Bertolino, Dottore di ricerca in Scienze Antropologiche presso la Scuola di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Torino, è cultrice della materia presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne della stessa università. Specializzata in antropologia alpina e dei beni culturali ha partecipato a vari progetti di catalogazione e inventariazione del patrimonio alpino.

 

 

 

L'EVENTO E' ANNULLATO: Martedì 9 dicembre ore 21.00

Salone delle Feste del Circolo Sociale, Via Duomo 1


Dubravka Ugrešić presenta il libro:

 

CULTURA KARAOKE

Critici e accademici si sono scervellati per cercare di definire la cultura in cui viviamo, con risultati spesso faticosi e monotoni: post-postmodernismo, antimodernismo, pseudomodernismo, digimodernismo. Dubravka Ugrešić, con la sua ironia implacabile, ha frugato nel repertorio dei prodotti di massa per trarne un'espressione leggera e pungente: cultura karaoke. Come nella candida esibizione canora esplosa nevroticamente negli anni '80, la cultura karaoke rende tutti, contemporaneamente, star e fan, fruitori e creatori. È insieme collettiva e narcisistica, frenetica e conformista. Dalla tv alla letteratura, dai social media al libero mercato, da internet alle mode e ai tic della vita quotidiana, dall'informazione-spettacolo all'attualità politica, Ugrešić perlustra una cultura magmatica nata da un compulsivo consumo tecnologico, dietro cui balugina la paura contemporanea di "dissolversi nel fango come i salmoni".

Cultura Karaoke ha ricevuto il Premio Jean Améry per la saggistica nel 2011 ed è stato finalista al  National Book Critics Circle Award per la critica.

 

 

Dubravka Ugrešić (Zagabria, 1949), scrittrice e saggista croata, ha lasciato nel 1993 il suo paese a causa degli attacchi subiti per il suo impegno contro il nazionalismo e la guerra, e vive da allora fra l’Olanda e gli Stati Uniti, dove insegna scrittura creativa. Il suo lavoro è tradotto in più di 20 lingue. Collabora con importanti periodici, tra cui Salamagundi Magazine, The Baffler e Gazeta Wyborcza. In Italia ha pubblicato, per le Edizioni Nottetempo, Vietato leggere (2005), Premio Feronia Città di Fiano, e Baba Jaga ha fatto l’uovo (2011).

 

Martedì 11 novembre ore 15-18

Auditorium “Baralis”

Via Marro, 6

ROBERTO CASATI


IL TABLET

È IL COLTELLO SVIZZERO DELL’INSEGNAMENTO?

Quale spazio accordare alle nuove tecnologie nella scuola

e perché non tutte le tecnologie vanno bene

 

Chi scrive, produce, vende, legge e fa leggere libri oggi si pone mille domande: l’accelerazione tecnologica sta rendendo obsoleto il libro di carta? Uccide l’idea stessa di libro? E cosa accade nella scuola? Ad esempio, bisogna far acquistare alla propria scuola un tablet per ogni alunno? Le discussioni sono concitate, intervengono ministri affrettati e coloni digitali zelanti pronti a sostenere qualsiasi novità tecnologica. Fioccano le immagini di una nuova generazione a suo agio con lo schermo tattile e l’indice sfiorante, che se pur sarà refrattaria alla lettura avrebbe nuove competenze digitali, tra le quali la capacità di navigare distribuendo l’attenzione su molti schermi. Casati sostiene alcune tesi controverse (ma anche di buon senso): che i cosiddetti nativi digitali non esistono e che se veramente esistessero la scuola farebbe meglio ad aiutarli a guardare fuori degli schermi; che non c’è un sostituto elettronico dell’insegnante; e soprattutto che il libro di carta sarà pure a rischio commerciale a causa del suo cugino elettronico, ma è assolutamente insostituibile dal punto di vista cognitivo, perché protegge e non aggredisce la nostra risorsa mentale più preziosa: l’attenzione.

 

Roberto Casati  è direttore di ricerca del CNRS all’Institut Nicod a Parigi. Autore di molti lavori specialistici, collabora da anni all’inserto domenicale del “Sole 24 Ore”. Tra le sue pubblicazioni, Buchi e altre superficialità (con A.C. Varzi, Garzanti 2002), Il pianeta dove scomparivano le cose (con A.C. Varzi, Einaudi 2006) e Contro il colonialismo digitale. Istruzioni per continuare a leggere (2013).

 

Organizzano l'incontro:

Liceo Marie Curie; Liceo Porporato, ADI-SD e Pensieri in Piazza

L’INCONTRO È GRATUITO E APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

 

 

Sabato 8 novembre ore 17
Teatro del Lavoro
Via Chiappero- Pinerolo

 

ANNA DI SALVO (artista e insegnante) e BIANCA BOTTERO (urbanista)


presenteranno il libro:
ARCHITETTURE DEL DESIDERIO- Riflessioni e racconti della Rete nazionale


LE CITTA’ VICINE
Le curatrici Bianca Bottero, Anna Di Salvo e Ida Farè hanno raccolto gli scritti preparatori e tutto il ricco dibattito svoltosi in occasione del convegno Microarchitetture del quotidiano - Sapere femminile e cura della città, svoltosi a Milano nel 2008. Emerge dall’insieme un quadro vivissimo dei modi creativi con cui tante donne si esprimono per affermare la bellezza, la convivenza, la memoria delle loro città, e dei conflitti che guidano in prima persona contro il malgoverno che, nell’Italia di oggi, devasta la qualità degli spazi pubblici urbani e quindi la ricchezza intrinseca della polis.
Organizzano l’incontro:
Legambiente circolo di Pinerolo – Pensieri in Piazza – Presidio Libera “Rita Atria” di Pinerolo – Italia Nostra del Pinerolese – Uomini in Cammino – GAS Pinerolo – Osservatorio 0121 -
Salviamo il Paesaggio Pinerolo

 

 

Giovedì 9 ottobre ore 17.30

Castello di Miradolo – San Secondo

MAURO MAGATTI presenta il libro:

Generativi di tutto il mondo, unitevi!

scritto con Chiara Giaccardi

La libertà in condizioni di libertà è diversa dalla libertà in condizioni di costrizione. È questo il problema che interpella oggi la "società dei liberi". È vero, ci siamo liberati. Ma nel frattempo siamo divenuti prigionieri della potenza: quella dei grandi apparati tecno-economici e quella della volontà di potenza soggettiva, in continua espansione. Tutti uguali, finalmente disinibiti, perennemente in cerca, sempre aperti a tutto. Ma trasformando, alla fine, il desiderio in godimento e facendoci schiavi della performance. Arrivando a negare la realtà, il senso, l'altro da noi, la vita. E così diventando violenti, insoddisfatti, depressi. Pieni di cose e perfettamente vuoti. E disuguali. Esiste però un'altra libertà: la "libertà generativa". Una libertà che insegue una speranza e sta in relazione con la realtà, con l'altro da sé. Un generare che è biologico e simbolico. Come movimento antropologico originario, speculare al consumo, la generatività si manifesta nell'arte, nel lavoro cooperativo, nel volontariato, in certa imprenditorialità, nell'artigianato. E si realizza in quattro tempi: desiderare, mettere al mondo, prendersi cura e, infine, lasciar andare. Movimenti che ci rigenerano come soggetti capaci e nuovi. Dunque, la generatività come nuovo immaginario della libertà che ci libera da noi stessi. È questo il modo per riformare il nostro modello di sviluppo e rinnovare la democrazia. Superando l'individualismo della società dei consumi.

 

Mauro Magatti è un sociologo ed economista. Dal 2006 al 2012 è stato Preside della Facoltà di Sociologia presso l'Università Cattolica di Milano dove insegna Sociologia della globalizzazione e Analisi e istituzioni del capitalismo contemporaneo. Dal 2008 è direttore del Centre for the Anthropology of Religion and Cultural Change (ARC), nato dalla collaborazione tra Università Cattolica, Gallup Heritage Foundation, Gallup Europe e Cork University. Tra le sue ultime pubbliche si segnalano: Libertà immaginaria. Le illusioni del capitalismo tecno-nichilista (Milano 2009), La grande contrazione. I fallimenti della libertà e le vie del suo riscatto (Milano 2012), Una nuova prosperità, con Chiara Giaccardi (Milano 2013), Generativi di tutto il mondo, unitevi! Manifesto per la società dei liberi, con Chiara Giaccardi (Milano 2014), Una nuova prosperità. Quattro vie per una crescita integrale (Milano 2014).

 

CAMMINATA PENSANTE

Domenica 14 settembre 2014

Dai Pensieri in piazza ai Pensieri in cammino: vengono organizzati dei percorsi, a piedi o in bici, per sco­prire e valorizzare i territori del Pinerolese. Pensieri, musica, arte a contatto con la natura; camminare e pedalare come alternativa alla velocità, alle tecnologie dello spostamento, allo spirito competitivo dominante ma anche alla pigrizia, allo star incollati davanti al computer o di fronte alla tv. Camminare, pedalare, per vedere, toccare, scoprire, strada facendo, l’invisibile nelle cose incontrate.

 

Programma della camminata

 

 

9.00     Ritrovo a Pramollo nella piazza antistante la chiesa

9.30     Partenza in auto per Frazione Ribetti e camminata fino a Tuno Griotto. Intervento di Diego Priolo

11.00    Rientro e partenza in auto per l’area attrezzata del colle del Lazzarà

11.30   Partenza a piedi per Rocho Veglio

12.30    Arrivo all’Agriturismo delle Viole e pranzo su prenotazione entro il 11/09/2014

in alternativa pranzo al sacco

14.30   Intervento di Isa Demaria “Montagna di tutti, montagna per tutti, rispettando l’ambiente”

15,00   Salita al colle Lazzarà

17.00    Rientro all’area attrezzata ed alle auto

 

 

Isa Demaria, Presidente del Circolo Legambiente di Pinerolo, presenta i contenuti e le iniziative elaborate dal Coordinamento Noi nelle Alpi, che riunisce i rappresentanti di: CAI Regione Piemonte, AGRAP (associazione rifugi alpini), Dislivelli, Italia Nostra Piemonte, La Giovane Montagna Pinerolo, Le Ciaspole, Legambente Piemonte-Valle d’Aosta, Mountain Wilderness, Pro Natura Piemonte, WWF Piemonte.

 

Diego Priolo, laureato in Lingue e Letterature Straniere, è stato docente di Inglese al Liceo Classico G..F. Porporato di Pinerolo. Da anni si interessa di folklore, con particolare attenzione alla sua dimensione narrativa, elaborata/redatta sotto forma di leggenda. Raccoglitore di queste testimonianze sul territorio, ha proposto il frutto della sua ricerca in libri, conferenze ed in relazioni a convegni. Ci acompagnerà nella visita dei siti Tuno Ghiotto, Rocho Veglio e al Colle del Laz Arà per scoprire alcune significative testimonianze preistoriche e storiche del territorio, rilette e conservate anche nelle leggende locali.

 

 

Informazioni:

 

Per chi desidera usufruire del pranzo presso l’agriturismo è pregato di segnalarlo via mail entro il 11/09 all’indirizzo:

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefonando al numero 360565292

 

 

 

BICICLETTATA PENSANTE

Domenica 29 giugno 2014


Dai Pensieri in piazza ai Pensieri in cammino: vengono organizzati dei percorsi, a piedi o in bici, per sco­prire e valorizzare i territori del Pinerolese. Pensieri, musica, arte a contatto con la natura; camminare e pedalare come alternativa alla velocità, alle tecnologie dello spostamento, allo spirito competitivo dominante ma anche alla pigrizia, allo star incollati davanti al computer o di fronte alla tv. Camminare, pedalare, per vedere, toccare, scoprire, strada facendo, l’invisibile nelle cose incontrate.

 


Programma della biciclettata

 

 

9.30      Ritrovo al Parco del Castello di Miradolo

Iscrizioni e visita del Parco con interventi di Tiziano Fratus e M.Teresa della Beffa

10,30    Partenza per Osasco.

11.00    Visita al Parco di Osasco.

11.30    Partenza per Macello.

12.00   Visita al Parco di Macello.

12.30    Pranzo al sacco.

13,30    Presentazione del nuovo libro di T. Fratus: L’Italia è un bosco

14,00    Partenza per il Torrione

15,00   Visita al Parco del Torrione

16,00 Concerto

17.00    Partenza per Castello di Miradolo

18.00   Arrivo al Castello di Miradolo e conclusione

 

Le visite al patrimonio arboreo dei parchi sono curate da Tiziano Fratus. Le informazioni sulle erbe alimentari sono curate da Maria Teresa della Beffa Il concerto è a cura del Civico Istituto Musicale “Corelli” di Pinerolo.

Quota iscrizione comprensiva dell’assicurazione:

€ 5 adulti  Gratuito per i bambini dagli 8 ai 12 anni   € 10 pacchetto famiglia

Età consigliata: dagli 8 anni    Casco obbligatorio per i minori di 12 anni


Maria Teresa Della Beffa è tecnico presso l’Istituto per la Protezione delle Piante, si occupa della coltura delle specie erbacee e legnose ospitate nella serra e nelle serre climatiche dell’Istituto. Tra le numerose pubblicazioni Le piante aromatiche (Milano 1989), Piante per balconi e giardini (Novara 1997), Fiori di campo (Novara 1999), Erbe (Novara 2001), Vadviragòk (Budapest 2001), Fiori di montagna (Novara 2009).

Tiziano Fratus ha pubblicato diversi libri dedicati al patrimonio arboreo, coniando concetti nuovi come Homo Radix/Uomo Radice e alberografia. Cura la rubrica “Il cercatore di alberi” sul quotidiano torinese “La Stampa”, guida le passeggiate per cercatori di alberi e tiene personali fotografiche. Ha pubblicato a riguardo il Manuale del perfetto cercatore d’alberi (Milano 2013). Ha pubblicato inoltre volumi di poesia in varie parti del mondo e la sua poesia è tradotta in otto lingue.

 

Il Civico Istituto Musicale Corelli dal 1965 si distingue per la pluralità degli itinerari didattici proposti e perseguiti. Dalla produzione professionale dei musicisti, alla educazione musicale dei semplici cultori della buona musica, con una offerta che copre praticamente l’intera gamma orchestrale, con corsi collettivi di coro per giovani, adulti e di voci bianche, musica da camera, vari insiemi strumentali ed esercitazioni orchestrali

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIREFARECOSOLIDALE


Crisi, transizione, territorio: idee e pratiche

 

III EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DELLE BUONE PRATICHE E DEI NUOVI STILI DI VITA

DOMENICA 8 GIUGNO 2014

La manifestazione, giunta alla terza edizione, avrà luogo in P.za San Donato a Pinerolo.

È organizzata dalla Città di Pinerolo, dall’Associazione Pensieri in Piazza, dalla Coldiretti, dall’Arci Pinerolo, dal G.A.S.tranamore e dalla Diaconia Valdese.

Il programma è così suddiviso:

Ore 9.30 – Incontro tra Gas, gasisti e produttori - Rete Transition Towns

Ore 11 – La Mappa Ecosolidale del Pinerolese e i suoi progetti in corso

Ore 14-17 – Concerto di giovani gruppi scolastici pinerolesi

Ore 17 – Tavola rotonda: La (grande) transizione nella società ed in agricoltura

 

Interventi di: Roberto Moncalvo (Presidente Nazionale Coldiretti), Mauro Bonaiuti (Università di Torino), Carlo Modonesi (Università di Parma) e Roberto Burlando (Università di Torino). Modera il dibattito Samuele Pigoni (progettista della Diaconia Valdese).

ore 21,15  Spettacolo: Le “lezioni di giardinaggio planetario” di Lorenza Zambon

Per  tutto il giorno sotto i portici della piazza ci sarà un mercato con prodotti locali, a filiera corta, a Km0, bio.

 

Negli spazi espositivi troverete:

  • l’agricoltura bio
  • l’agricoltura sociale
  • la filiera corta
  • il mutualismo, la cooperazione, il volontariato
  • la difesa dell’ambiente
  • la finanza etica, il commercio equo e solidale, il consumo critico
  • l’innovazione sostenibile, il riciclo, il riuso

 

Nelle tre zone workshop troverete:

  • le iniziative di agricoltura sociale
  • i giovani di fronte all’imposizione e/o alla scelta della decrescita
  • le attività di riuso e di riciclo
  • il turismo sostenibile
  • laboratori pratici sulla cosmetica naturale, l’autoproduzione alimentare

L' ingresso alla manifestazione è assolutamente gratuito.


Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. /    www.pensierinpiazza.it / Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. /

http://gaspinerolostranamore.blogspot.com / facebook: Direfare Ecosolidale

 

X EDIZIONE DI PENSIERI IN PIAZZA 2014

 

RIFLETTEREMO:

  • sul processo di integrazione europea
  • sull' intreccio tra la dimensione psicologica, politica e sociale
  • sul percorso intellettuale di un pensatore contemporaneo

La X edizione si svolgerà nei mesi di settembre, ottobre, novembre

Info:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. facebook: Pensieri in Piazza

 

CONTATTI

PENSIERI IN PIAZZA

Via Brignone n. 9, Pinerolo C.A.P. 10064
tel. e fax 0121-378859
cell. 3343010497/3406533960
E-mail: pensierinpiazza@yahoo.it

PAOLO PERTICARI - L'educazione impensabile
Parlerò dell'educativo. Non tanto l'educazione im...
STEFANO CATUCCI - Del possibile, altrimenti soffoco...
E' a partire da Foucault che si sviluppa l'analisi...
MARCELLO CINI - La scienza nell'era dell'economia della conoscenza
... c'è sempre questa soggettività, non dello sc...
GIULIO GIORELLO - La sfida della complessità
Scrive Geymonat nel 1988 "Distruggere false conosc...
ROBERTO ARPAIA - La sfida della complessità
Limite:  nell'ambito della conoscenza scientifica...
MARIA LUISA BOCCIA - Potere di generare in tempi di eclissi della madre
Noi veniamo al mondo grazie alla relazione con un ...
ANNA MARIA ROLLIER - Bioetica: prospettive a confronto
L'umanità  di un essere umano non sta tanto nel ...
MAURIZIO   MORI - Bioetica: prospettive a confronto
Ho riportato ampi passi dell'Istruzione Donum Vita...
PAOLO MIRABELLA - Bioetica: prospettive a confronto
Ogni scienziato nello svolgimento della sua rice...
ALDO BONOMI - Economia, società , moltitudini
Aldo Bonomi. E' direttore dell'Istituto di ricerca...

NEWSLETTER

Iscrizione

NEWS

News

  CICLO DI CONFERENZE PRESSO L'ASSOCIAZIONE STRANAMORE Via Bignone, 89 - PINEROLO GIOVEDI’ 8 ...