top-gallery-2.jpg
You are here: Home Pensieri e pensatori

Relatori

Emilia Pozzo La Ferla

Vicepresidente dell'Associazione scolastica Arte Scuola e Musica in Santa Pelagia. Organizza e insegna in un laboratorio di scultura presso la Scuola Media Statale "I. Calvino" di Torino. Nel 2005 ha esposto 96 opere nella mostra personale Terre, solchi, colori a Torino. Si occupa da una decina di anni di perceziione tattile e di comunicazione dell'immagine per i non vedenti collaborando con l'Unione Italiana Ciechi e con il Centro Regionale di documentazione per non vedenti.

 

Ernesto Screpanti

Insegna Economia politica all'Università di Siena. E' autore di numerosi studi sulla storia e la metodologia del pensiero economico, la teoria del valore, la teoria della libertà. Tra le sue pubblicazioni: The fundamental Institutions of capitalism (Londra, 2001); Proilo di storia del pensiero economico (con Zamagni, Milano, 2004); Un mondo peggiore è possibile (Roma, 2006); Capitalismo. Forme e trasformazione (Milano, 2006); Comunismo libertario. Marx, Engels e l'economia politica della liberazione (Roma, 2007).

 

ERNESTO SCREPANTI - Oltre lo Stato e il mercato

L’etica è difficilmente coniugabile con il mercato. Ma l’ideologia liberista sostiene che solo il mercato è in gradi di massimizzare l’utilità, di “distribuirla”. Analoghe le affermazioni dell’utilitarismo, che ovviamente ha un’impostazione più egualitaria del liberismo puro e su cui si fonda, in un certo senso, l’idea socialdemocratica. Il mercato, dicono, va bene ma lo stato deve ridistribuire ricchezza. Ogni individuo vota in base ai suoi interessi e ciò impone allo stato di fare ciò che l’etica utilitarista ritiene giusto fare.

   
icon

Eugenio Borgna

Libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali presso l'Università di Milano, è responsabile del Servizio di Psichiatria dell'Ospedale Maggiore di Novara. autore di numerosi saggi, tra i quali: Noi siamo un colloquio - gli orizzonti della conoscenza e della cura in psichiatria (Milano, 1999); Le intermittenze del cuore (Milano, 2003);  Le figure dell'ansia (Milano, 2005); L'attesa e la speranza (Milano, 2005); Come in uno specchio oscuramente (Milano, 2007).

EUGENIO BORGNA - Noi siamo un colloquio

 

Federico Condello

Nel 2003 è risultato vincitore di un assegno di ricerca in Letteratura Greca presso il Dipartimento di Filologia Classica e Medioevale dell’Università di Bologna. Attualmente è Ricercatore in Filologia Classica presso l’Università di Bologna, Dipartimento di Filologia Classica e Medievale. È redattore dei periodici «Eikasmós» (Bologna), «Poiesis» (Roma), «Griseldaonline» (Bologna), «Année Philogique» (Paris), nonché collaboratore delle case editrici Zanichelli (Bologna) ed Einaudi Scuola (Milano-Torino). A partire dal 2001/2002 è membro del Centro Studi «La permanenza del Classico» (Bologna). tradizione e fortuna dei classici in età moderna e contemporanea. 79. Tra le numerose pubblicazioni: Hellenistì. Grammatica della lingua greca (Bologna 2007), traduzioni da Euripide, Medea, in AA.VV., Madre, madri, a c. di I. Dionigi  (Milano 2008),  Sofocle. Edipo re, a c. di F. Condello (Siena 2009),  Tradurre la lirica, in AA.VV., Hermeneuein. Tradurre il greco ( Bologna 2009), Dall'eroe isotheos all'uomo theoisin isoumenos: un percorso fra arcaismo e classicità, in AA.VV., «Atti del Convegno Internazionale (Bologna 2008),  Elettra. Momenti di un mito da Omero al Novecento ( Roma 2010 )

   
icon

Felice Cimatti

Insegna Filosofia della mente all'Università della Calabria. Collabora a RaiRadioTre (Fahrenheit) e alla rivista Forme di vita. Tra le sue pubblicazioni: La mente silenziosa. come pensano gli animali non umani (Roma, 2002); Mente, segno e vita. Elementi di filosofia per Scienze della comunicazione (Roma, 2004); Il senso della mente. Per una critica del cognitivismo (Torino, 2004).

FELICE CIMATTI - Per una storia naturale del soggetto

DIBATTITO - Felice Cimatti e Marco Mazzeo

 

Feven Areha Tekle

 

Il nome è lo pseudonimo scelto dall’autrice per proteggere la sua famiglia rimasta in Eritrea da possibili ritorsioni.Feven è una migrante africana che con il giornalista Raffaele Mastro ha scritto il libro Libera pubblicato da Sperling & Kupfer.

Il libro narra la sua odissea  durata due anni che dall’Eritrea attraverso l’Africa l’ha portata, dopo infinite peripezie e sofferenze,  ad imbarcarsi  a Tripoli da dove, su una delle tante carrette del mare, ha raggiunto Lampedusa. Oggi ha 33 anni e vive e lavora in Italia.

   

CONTATTI

PENSIERI IN PIAZZA

Via Brignone n. 9, Pinerolo C.A.P. 10064
tel. e fax 0121-378859
cell. 3343010497/3406533960
E-mail: pensierinpiazza@yahoo.it

PAOLO PERTICARI - L'educazione impensabile
Parlerò dell'educativo. Non tanto l'educazione im...
STEFANO CATUCCI - Del possibile, altrimenti soffoco...
E' a partire da Foucault che si sviluppa l'analisi...
MARCELLO CINI - La scienza nell'era dell'economia della conoscenza
... c'è sempre questa soggettività, non dello sc...
GIULIO GIORELLO - La sfida della complessità
Scrive Geymonat nel 1988 "Distruggere false conosc...
ROBERTO ARPAIA - La sfida della complessità
Limite:  nell'ambito della conoscenza scientifica...
MARIA LUISA BOCCIA - Potere di generare in tempi di eclissi della madre
Noi veniamo al mondo grazie alla relazione con un ...
ANNA MARIA ROLLIER - Bioetica: prospettive a confronto
L'umanità  di un essere umano non sta tanto nel ...
MAURIZIO   MORI - Bioetica: prospettive a confronto
Ho riportato ampi passi dell'Istruzione Donum Vita...
PAOLO MIRABELLA - Bioetica: prospettive a confronto
Ogni scienziato nello svolgimento della sua rice...
ALDO BONOMI - Economia, società , moltitudini
Aldo Bonomi. E' direttore dell'Istituto di ricerca...

NEWSLETTER

Iscrizione

NEWS

News

JA Content Slide Error: There is not any content in this category